Le app per aiutare i cittadini nello smaltimento rifiuti

Smaltire correttamente i rifiuti non è semplicissimo, anche perché spesso si usano modalità differenti da territorio a territorio. Ecco allora che alcune società hanno sviluppato App per aiutare i cittadini a muoversi correttamente per lo smaltimento dei rifiuti. Di seguito vi proponiamo una guida alle App disponibili….utile anche alle PPAA che sono alla ricerca di un servizio per i propri utenti.

In Alta Valsugana la Fondazione Bruno Kessler di Trento  ha sviluppato per AMNU un’applicazione per smartphone chiamata ‘Comebutta’, che incoraggia il  ruolo attivo dei cittadini per la raccolta differenziata.
Una volta registrati all’omonimo sito, si può  aprire un post caricando una foto del rifiuto che si vuole gettare e poi consultare i suggerimenti degli altri utenti su come smaltirlo correttamente. Quando un caso è dubbio, intervengono gli esperti dell’azienda municipalizzata che chiudono il post dando la risposta corretta. Più si collabora, cercando di dare risposte precise, più si aiuta a migliorare il sistema. Il sistema è stato sperimentato  con gli studenti dell’Istituto Curie di Pergine e dell’Istituto alberghiero di Levico Terme. Chi ha partecipato attivamente ha guadagnato punti ed è entrato in classifica.

****
Il Dizionario dei Rifiuti è stato invece adottato dal Comune di Rotondella in Basilicata e successivamente da altri 47 Comuni. Utilizzando l’app Android e iPhone o il sito web si possono ottenere indicazioni sul giusto conferimento dei rifiuti, visualizzare il calendario di raccolta del proprio quartiere e consultare, con un click, le informazioni dei punti di interesse.
Il centro jonico, tra i pochi in Basilicata a ricevere il premio “Comuni Ricicloni 2013”, è stato scelto dallo staff del Dizionario dei Rifiuti per sperimentare le nuove funzionalità offerte. Dopo una prima fase di test,  è ormai disponibile la funzionalità “News da Rotondella“: un servizio informativo, che permette all’amministrazione comunale di aprire un filo diretto con i cittadini per comunicazioni di pubblica utilità, eventi in programma, emergenze e viabilità, servizi scolastici,  tramite una notifica sul proprio smartphone.

****
RIapp è l’app sui rifiuti, l’igiene urbana e le raccolte differenziate sviluppata da Achab Group per iPhone/iPad e Android. Con RIapp tutti i comuni e le aziende che gestiscono i rifiuti possono con poca spesa fornire ai cittadini e alle imprese informazioni personalizzate sul ciclo di raccolta, sulla destinazione dei rifiuti, sui giorni e gli orari di conferimento, sui centri di raccolta.
Attualmente è utilizzata da Albano Laziale, mentre entro fine altro sarà diffusa in altri territori. Basta collegarsi per capire se il proprio comune è servito dall’applicazione.

****
Il Centro di coordinamento Raee (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ha lanciato invece una App specifica per elettrodomestici, tv, frigoriferi, lavastoviglie, frullatori e lampadine. L’applicazione per smartphone è gratuita e può essere installata sia su iPhone che su Android e Windows phone. Il suo compito principale sarà quello di facilitare la ricerca del centro raccolta, tra gli oltre 3.300 presenti in Italia, dove i rifiuti vengono ritirati gratuitamente e smaltiti rispettando l’ambiente. Il funzionamento si basa sul Gps del telefono, ma può anche utilizzare il sistema di ricerca basato su regioni, province, comuni, e codici postali.


CONTATTI

Comebutta

Dizionario dei rifiuti

RIAPP Achab

Raee

In this article