Ara Pacis a colori… ecco com’era all’origine!

La realtà aumentata consente al visitatore di ammirare i fregi del monumento con le loro colorazioni originali

Grazie a un’installazione multimediale, progettata da ETT – società specializzata in innovazione tecnologica/culturale, sviluppo di software e consulenza – è possibile ammirare l’Ara Pacis come era all’origine, cioè a colori.

Ara Pacis

Attraverso un visore e alla realtà aumentata, il visitatore potrà osservare i fregi del monumento – un altare dedicato all’imperatore Augusto che simboleggia la pace e la prosperità finalmente raggiunte da Roma – raffigurati con i toni originali. L’individuazione dei colori è frutto di uno studio decennale svolto dalla Sovrintendenza Capitolina. Uno spettacolo suggestivo che vi anticipiamo in questo video. Ci accompagna nel viaggio Adele Magnelli, Project Manager di ETT, intervistata da Federico Pedrocchi.

La visita multimediale, presso il Museo dell’Ara Pacis a Roma, è aperta al pubblico fino al 30 ottobre 2017. Qui maggiori info!


CONTATTI

ETT
Sito
Mail

In this article