Ascensori, un oggetto di enorme utilità. Come renderlo più efficiente e sicuro

C’è un milione di ascensori installati nel nostro paese, ma il loro livello tecnologico non è dei migliori

Alla fiera dell’automazione di Parma abbiamo incontrato Luca Sala managing director di IoTty una startup nata nel 2015 all’interno dell’incubatore di Dalmine con l’obiettivo di realizzare dispositivi digitali.

La soluzione presentata lavora sugli ascensori e, non è un gioco di parole su più livelli; una serie di sensori producono dati e informazioni utilizzati per molti scopi. Da un lato servono a “istituzionalizzare” la manutenzione, anche preventiva, mentre altri sono utilizzati per intervenire in caso di emergenza.

Infatti, oltre alla costruzione di una rete di sensori che trasmettono tutti i dati a una centrale operativa in remoto, il sistema prevede di dotare i manutentori degli stabili, per quanto non specializzati, di smart glass.

Occhiali sulle cui lenti, guardando l’ascensore, appaiono messaggi e informazioni prodotti dall’ascensore stesso e dalla centrale operativa che manda le istruzioni per risolvere gli eventuali problemi.

Semplificando il processo il primo passo potrebbe essere la messa in sicurezza delle persone eventualmente coinvolte, poi della struttura. Solamente a questo punto, l’operatore in sede potrà procedere a un primo tentativo di ripristino; in caso di impossibilità di risoluzione del problema, l’invio della squadra di intervento.

Il servizio è stato presentato in #08 Café Triwù
Guarda la puntata 08 e tutte le altre puntate di Café Triwù


 

Contatti

IoTty

In this article