Un grande cambiamento nella gestione del patrimonio edile

Il progetto Bim (Building Information Modeling) nasce dall’esigenza di fornire una mappatura completa dello stato di conservazione della struttura di copertura lignea del Gran Salone della Meridiana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) per la programmazione e progettazione dei futuri interventi di restauro.

La copertura del Salone, realizzata dall’arch. Medrano nel 1735, è uno dei pochi esempi di struttura lignea di copertura a schema palladiano che si è conservata nelle sue forme originarie e da cui si possono rilevare alcune informazioni tecniche di notevole interesse. Il sistema, infatti, si inserisce nel solco di quelle particolari soluzioni strutturali ideate per separare la funzione di copertura dell’edificio da quella di sostegno delle volte incannucciate che custodiscono gli splendidi affreschi del Salone. Attraverso l’utilizzo di metodologie integrate, si è realizzato un modello HBIM (Historic Building Information Modeling) per la mappatura dello stato di conservazione, la gestione dei dati e il supporto alle attività di manutenzione e valorizzazione del bene.

Le potenzialità della tecnologia BIM hanno permesso di correlare l’imponente mole di dati, provenienti dalle indagini diagnostiche e dalle analisi visive, ai modelli reality based ottenuti dal processamento delle acquisizioni effettuate con tecnologia Laser scanner 3D.

Il progetto ha vinto il Premio Innovazione di Smau Napoli 2017 ed è stato presentato da Fabio de Astis, Bim – Coordinator STRESS nel corso dello Smau Live Show moderato da Federico Pedrocchi, giornalista di Triwù.

 

In this article