I flussi di dati dei social network nelle città possono essere rappresentati in modi sorprendenti

L’idea si deve al designer (in questo caso designer-matematico) Brendan Dawes: applicare l’algoritmo matematico della spirale di Fermat ai flussi di dati dei social network – in particolare, Twitter, per 72 ore di utilizzo – che hanno luogo nelle città, per disegnare il profilo caratteristico di 11 città della Gran Bretagna.

Le città “rappresentate” sono Londra, Bristol, Birmingham, Cardiff, Edimbrurgo, Glasgow, Leeds, Liverpool, Manchester, Sheffield e Southampton e le 72 ore di flusso analizzate sono quelle dei primi 3 giorni di lancio della rete 4G. Le forme generate sono davvero bellissime: fiori variopinti i cui steli nascono da una serie di semi, alla base.

I “semi” delle piante rappresentano le parole chiave, ovvero gli argomenti più caldi durante le 72 ore, mentre ciascuno dei fiori rappresenta un particolare topic in un particolare momento. L’idea di visualizzazione dei dati che traspare dal lavoro di Dawes è chiara: “data needs poetry to be felt

dawes

dawes2


FONTE

fastcodesign.com

In this article