Come fare dell’Innovazione Sociale un motore di sviluppo per nuove imprese e nuovi servizi

A livello locale si stanno evidenziando nuovi modelli di intervento sul territorio legate ai processi di innovazione sociale. Ecco alcuni esempi

Intervengono:
Roberto Scenna, Direttore API Biella
Laura Orestano, Social Fare/Rinascimenti sociali
Leonardo Camiciotti, Top IX

Modera:
Attilia Cozzaglio, giornalista di TRIWU’

A livello locale si stanno evidenziando nuovi modelli di intervento sul territorio legate ai processi di innovazione sociale, basati sulla collaborazione, sulla condivisione di informazioni, sul networking, sull’uso delle tecnologie come fattore abilitante.

– stART WORK, presso Fondazione Pistoletto è il primo acceleratore di progetti d’impresa non necessariamente tecnologici / digitali sul territorio biellese, rivolto soprattutto ad artigiani, piccoli imprenditori, artisti, designer e chiunque cerchi uno spazio laboratorio condiviso. E’ anche una piattaforma di servizi e consulenza per lo sviluppo imprenditoriale. Si tratta di un progetto che vuole contribuire in modo innovativo al rilancio economico, urbano e sociale del territorio favorendo l’avvio di attività di piccola impresa manifatturiera e creativa come volano della rigenerazione del tessuto urbano biellese.
Il recupero di edifici industriali abbandonati realizzato da Cittadellarte in questi anni prosegue con questa nuova tappa aperta alla condivisione e al protagonismo delle forze vive imprenditoriali e creative del territorio.

– SocialFare® promuove e valorizza esperienze di spazi, cogestiti, che generino opportunità e facilitino i processi di inclusione. Corpi intermedi che rispondano a un piano strategico di priorità, capaci di veicolare know how specialistico e nuovi linguaggi a cui i giovani sono molto interessati e dei quali possono diventare generatori. SocialFare® genera impresa sostenibile, incubando start up ad impatto sociale e accelerando soluzioni che sappiano cogliere nuovi bisogni e sviluppino imprenditoria sociale, sostenibilità e reti.

– Il Consorzio TOP-IX si è costituito nel 2002 con lo scopo di creare e gestire un NAP (Neutral Access Point altrimenti denominato Internet Exchange – IX) per lo scambio del traffico Internet nell’area del Nord Ovest.
Da allora si è occupato di temi come Cloud, Open e Big data, e Social Innovation, supportando le iniziative territoriali volte alla incubazione e all’accelerazione di imprese e start up a impatto sociale, anche attraverso la diffusione di tecnologie digitali.

Torna alla pagina principale con l’elenco di tutti gli eventi di Smau Torino 2015 seguiti da Triwù.

In this article