Da Horizon 2020 ai Fondi Strutturali della Regione Toscana

I finanziamenti per l’innovazione e le Smart City. Ma è necessario anche attrarre gli investimenti: il caso Lilly

Prima parte del workshop “Da Horizon 2020 ai Fondi Strutturali della Regione Toscana”:

Seconda parte del workshop:

Terza parte del workshop:

Intervengono:
Olivia Bacco, Direttore di Stabilimento – Lilly Sesto Fiorentino
Claudio Serni, Università degli Studi di Firenze e APRE Toscana
Silvia Ramondetta, Responsabile Area Economica Confindustria Toscana

Moderano:
Federico Pedrocchi, Giornalista di scienza, Radio 24 – Il Sole 24 Ore e TRIWU’
Attilia Cozzaglio, Giornalista di TRIWU’

Horizon 2020 è il programma europeo per la ricerca e innovazione, con un budget di circa 80 miliardi di euro su 7 anni. Possono accedere ai fondi, per sviluppare progetti di ricerca e di innovazione, Università, centri di ricerca, piccole e medie imprese ed enti locali. Anche la programmazione regionale dei Fondi strutturali è un importante canale di finanziamento: l’obiettivo è promuovere uno sviluppo qualificato, grazie al potenziamento della competitività delle imprese. La programmazione regionale dei Fondi strutturali 2014-2020 ha fatto propria la Strategia di “Smart Specialisation”, per valorizzare sul territorio i settori che mostrano vantaggi competitivi e hanno forti potenzialità di sviluppo. I fondi europei sono fondamentali per sostenere lo sviluppo economico e la competitività del sistema, ma la capacità di attrarre investimenti lo è altrettanto. Il caso Lilly di Sesto Fiorentino mostra come la capacità di innovare e di sviluppare nuove direzioni di R&D renda attrattiva una realtà aziendale, con buone ricadute occupazionali.

Torna alla pagina principale con l’elenco di tutti gli eventi di Smau Firenze 2014 seguiti da TRIWU’.

In this article