Lecco innova: mattoni in paglia e molecole organiche luminescenti

MaterialsVillage2018

Dal mattone in paglia alle molecole organiche luminescenti: le innovazioni presentate al Fuorisalone dall’Ecosistema Lecco. Un progetto pilota costruito insieme a Regione Lombardia

 

Ci sono ambienti pericolosi dove sorgenti luminose alimentate da energia elettrica possono innescare incendi o esplosioni. Ecco perché VDG Lab sta sperimentando una fonte luminosa prodotta da molecole organiche attivate da raggi laser.

Un progetto di ricerca finanziato nell’ambito del progetto di Open Innovation “Ecosistema Innovazione Lecco” promosso da Regione Lombardia e dalla Camera di Commercio di Lecco in attuazione della legge regionale Lombardia è Ricerca.

Questo della Camera di Commercio di Lecco è, infatti, un progetto pilota che, valorizzando la collaborazione pubblico – privato, sviluppa una interessante applicazione della già citata legge regionale.

Abbiamo approfondito la cosa con Rossella Pulsoni segretario generale della Camera e Marco Tarabini professore al Politecnico di Milano, polo territoriale di Lecco.

Interessanti le taglie delle aziende finanziate che, finalmente, sono micro e PMI, e l’entità del finanziamento che arriva, a fondo perduto, fino all’80% dell’investimento (45mila Euro la somma media assegnata su un massimo di 50mila).  

Dalla collaborazione con il Politecnico stanno nascendo molti progetti, la Colombo srl di Missaglia, in collaborazione con alcuni professionisti sta progettando mattoni e pannelli in paglia.

Hanno ottime performance in termini di inerzia termica e di isolamento acustico, sono facilmente disponibili e soprattutto poco costosi e facilmente riciclabili o riutilizzabili. Ovviamente non possono essere utilizzati come struttura portante ma necessitano uno “scheletro” di supporto.

Ultimo progetto tra quelli che abbiamo selezionato è Dimafit. La realizzazione di plantari ottimali passa attraverso un mix di tecnologie già note (software CAD-Cam, stampanti 3D o frese a controllo numerico) e la realizzazione di uno strumento in grado di digitalizzare l’impronta del piede senza incorrere nelle imprecisioni degli attuali sistemi. Un cambio di filosofia che nasce dalla lunga esperienza della Dimartino.


APPROFONDIMENTI


Gli altri appuntamenti di Triwù al Fuorisalone

Material ConneXion Italia
Camera di commercio di Lecco
Vdg Lab
Colombo srl
Di Martino srl

 

In this article