Smart City, progetti in corso in Friuli Venezia Giulia

GOVERNANCE

Comune di Pordenone
Governance
Il Comune ha intrapreso un percorso di coinvolgimento attivo della cittadinanza. Con ‘Pordenone più facile’ l’amministrazione ha ridisegnato il nuovo piano regolatore generale intrecciando le scelte urbanistiche con le esigenze della comunità. ‘Città sicura’ è un portale in cui la cittadinanza può segnalare alle Forze dell’Ordine situazioni di disagio sociale, occupazioni illecite di spazi comunali, discariche abusive e violazioni. Web SOL invece raccoglie segnalazioni on line su problemi al manto stradale, ai marciapiedi, all’illuminazione pubblica, etc.
www.comune.pordenone.it/

Comune di Tarvisio
Governance
Con Tarvisio “Burocrazia attiva” il comune garantisce  tempi certi per il rilascio delle autorizzazioni e partecipa con il privato all’iter procedimentale proponendosi come soggetto attivo/collaborativo e non come un ente burocratico. Il comune di Tarvisio ha istituito un ufficio dedicato alle imprese nel quale vengono vagliati i progetti dei privati e si procede quindi in accordo con gli investitori a definire in tempi certi la conclusione del procedimento e il rilascio delle autorizzazioni; il comune si impegna a sottoscrivere un contratto con i soggetti proponenti in cui garantisce l’impegno alla durata massima del procedimento.
Con questa iniziativa il Comune intende sostenere lo sviluppo e l’attrattività del territorio.
www.comuneditarvisio.com

Comune di Trieste – Patrocinio digitale
Governance
Il Comune di Trieste, nell’ambito delle proprie attività istituzionale inerenti lo sviluppo economico, turistico e di incentivazione della partecipazione attiva della cittadinanza, attua iniziative volte alla promozione e alla diffusione delle più innovative forme di comunicazione. Ha istituito il “patrocinio digitale”, un istituto innovativo che rappresenta una forma di valorizzazione nei confronti di iniziative digitali ritenute meritevoli e può essere concesso per iniziative digitali di carattere sociale, culturale, scientifico, economico, sportivo, ritenute di particolare significato o di rilievo istituzionale per il Comune.
www.retecivica.trieste.it/


^Torna all’inizio ^

ENERGIA E AMBIENTE

Comune di Pontebba
Energia e Ambiente
Il comune è fortemente impegnato sul fronte del risparmio e dell’efficientamento energetico. A tal fine è stato installato presso la scuola dell’infanzia uno specchio lineare che, concentrando la luce solare permette il riscaldamento dell’acqua e in futuro la produzione di energia elettrica tramite pannello fotovoltaico.
È stato inoltre attivato il nuovo impianto geotermico per il raffreddamento della piastra del ghiaccio e il riscaldamento degli spogliatoi del pala ghiaccio. Si tratta del primo impianto in Italia a poter beneficiare di questa tecnologia, che sfrutta l’energia proveniente dal sottosuolo.
www.comune.pontebba.ud.it

Area Science Park (Trieste) – Enerplan
Energia e Ambiente

AREA Science Park ha sviluppato dal 2009 ENERPLAN per la ricerca di soluzioni tecnologiche innovative per la produzione da fonti rinnovabili, ma anche innovazioni incrementali con l’utilizzo di tecnologie stato dell’arte per l’efficienza energetica degli edifici. Sono 8 gli impianti dimostrativi sviluppati dal Piano, in grado di fungere da laboratori di sviluppo tecnologico e sperimentazione industriale, con diversi aspetti tecnici innovativi. Gli impianti comprendono: pompe di calore ad alta temperatura, sistemi di teleriscaldamento freddo rinnovabili, cappotto attivo per la diffusione di caldo e freddo dall’esterno all’interno di un fabbricato, recupero energetico da cascame di aria esausta, celle fotovoltaiche, microturbine a gas per la cogenerazione, impianti per illuminazione stradale a LED e una stazione di monitoraggio per la rilevazione di dati meteorologici e ambientali in modalità continua wireless.
www.pianoenerplan.it

Area Science Park (Trieste) – Progetto Strategico MARIE
Energia e Ambiente

Il progetto MARIE-Mediterranean Building: Rethinking for Energy Efficiency Improvement, finanziato dal programma europeo MED, è volto a promuovere l’efficienza energetica degli edifici pubblici e residenziali nel bacino del Mediterraneo. MARIE lavora su diversi filoni di attività, promuovendo strategie e strumenti. In particolare in Friuli Venezia Giulia MARIE sta realizzando – in collaborazione con la Regione – dei tavoli di lavoro a cui partecipano professionisti e rappresentanti di enti locali, enti scientifici, banche, associazioni ambientaliste e di consumatori e ordini professionali per definire linee guida a supporto di politiche e normative dell’Amministrazione Regionale nel campo dell’efficienza energetica.
www.marie-medstrategic.eu

Comune di Trieste – Strumenti di allerta digitale
Energia e Ambiente
Come comportarsi in caso di emergenza? Il Comune di Trieste ha deciso di utilizzare i social network e, in particolare, il profilo Twitter come strumento per diffondere informazioni preziose in maniera capillare e immediata, senza dimenticare però di garantire attendibilità e precisione.
Due hashtag specifici #AllertaTS e #AllertameteoTS, un profilo e una community di cittadini che diventano antenne sul territorio. In questo modo informazioni preziose si diffondono in maniera virale e immediata tra i cittadini e gli operatori della Protezione Civile.
www.retecivica.trieste.it/

^Torna all’inizio ^

MOBILITA’

Area Science Park (Trieste)
Mobilità
Il Progetto europeo BUMP, Boosting Urban Mobility Plans, finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da AREA Science Park di Trieste, ha l’obiettivo di accompagnare i comuni nella pianificazione e gestione della mobilità urbana, fornendo a dirigenti e funzionari tecnici le competenze tecnico-pratiche e l’assistenza multisettoriale necessarie per guidare redazione e adozione di Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS). Il pacchetto comprende formazione personalizzata, condivisione di know-how ed esperienze nazionali e internazionali, assistenza professionale nella strutturazione dei PUMS e promozione delle città coinvolte.
www.area.trieste.it

Torna all’inizio ^

LAVORO E SVILUPPO ECONOMICO

Università degli Studi di Trieste
Lavoro e sviluppo economico
L’accesso dell’Ateneo a GARR-X, la rete nazionale a banda ultralarga per la Ricerca e l’Istruzione, è stato portato da 1 a 10 Gbit/s, collocando l’Ateneo fra le prime 10 Università italiane con tale livello di connettività. Una capacità di banda così elevata da permettere all’Ateneo di rendere disponibile il collegamento anche agli altri Enti di ricerca del territorio, come accesso secondario alla rete in caso di necessità, grazie alla particolare configurazione dei collegamenti telematici presenti sulla rete triestina LightNet.
I 10 principali Enti dell’istruzione e della ricerca di Trieste uniti nel progetto “LightNet”, hanno scelto l’Università a capofila della compagine, con la partecipazione diretta del Consortium GARR, gestore della rete nazionale in fibra ottica GARR-X. Oggi la rete ottica metropolitana LightNet connette capillarmente i principali poli scientifici, della ricerca e dell’istruzione presenti a Trieste con oltre 300 km di fibra. La rete è utilizzata per progetti comuni e per accedere a banda elevatissima al punto di attestazione della rete GARR-X, presso la Divisione Infrastrutture e Servizi Informativi dell’Ateneo triestino. Ciascun Ente possiede ora il proprio circuito primario verso il GARR e ottiene, attraverso l’Ateneo, un secondo collegamento di riserva utilizzabile in caso di guasto: uno schema decisamente più robusto rispetto ai modelli di rete comunemente utilizzati.
LightNet e GARR-X sono state progettate con la medesima tecnologia di trasporto su fibra ottica e rappresentano un esempio di interconnessione non solo tecnologica, ma anche in termini di strategia e pianificazione congiunta, con l’obiettivo di portare agli utenti risorse e servizi di rete: griglie computazionali e servizi cloud, supercomputing, storage e big data, teledidattica ed e-learning, multimedialità, arti visive e performance musicali, teatrali e coreutiche, e molto altro. Su LightNet esiste anche un collegamento diretto in fibra ottica fra gli Enti di LightNet e la rete slovena della ricerca e delle università “Arnes”: questo “corridoio telematico” di circa 90 km di fibra ottica, che unisce Trieste a Lubiana consente a GARR di far passare per Trieste tutto il traffico internazionale accademico e di ricerca tra Italia e Slovenia. Per aumentare l’affidabilità del collegamento verso l’Europa, GARR sta considerando delle soluzioni di mutuo backup attraverso le cosiddette “Cross Border Fiber” con i paesi confinanti, tra cui la fibra transfrontaliera triestina (e a breve anche una goriziana). Si tratta di collegamenti internazionali complementari a quello verso GÉANT (la dorsale europea a 100 Gbit/s dedicata a ricerca e istruzione), che possono garantire alle reti della ricerca coinvolte un percorso alternativo in caso di guasto dei collegamenti primari.
www.lightnet.trieste.it

^Torna all’inizio^

CULTURA E TURISMO

Comune di UdineUdineGreenWays
Cultura e Turismo
Otto comuni del sistema urbano udinese (Campoformido, Martignacco, Pasian di Prato, Povoletto, Pozzuolo del Friuli, Tavagnacco, Tricesimo e Udine) hanno collaborato nella realizzazione di un portale e un’App per smartphone che possa dare ai cittadini informazioni in tempo reale. Il progetto intercomunale UdineGreenWays ha realizzato mappe tematiche sono costantemente aggiornate e arricchite: il portale offre 100 km di percorsi tra borghi rurali, aree naturali, parchi e centri abitati, collegando monumenti, habitat naturali, orti urbani, aziende locali, mercati agricoli. Un nuovo modo di comunicare, per vivere e promuovere il territorio, per identificare e tutelare il paesaggio e le eccellenze, integrando aspetti ambientali, economici e sociali. Un concreto esempio di dialogo tra cittadini e pubblica amministrazione per migliorare la qualità della vita.
www.comune.udine.it

^Torna all’inizio^


SALUTE E BENESSERE

Udine
Salute e benessere
RE-FREEDOM è un progetto sviluppato dal Comune, in collaborazione con Rino Snaidero Scientific Foundation e Friuli Innovazione, che ha portato alla costruzione di due alloggi ‘senza barriere’. Sono state infatti realizzate due abitazioni a totale fruibilità, con soluzioni architettoniche e di domotica avanzate, a disposizione di aziende, professionisti, anziani, disabili e famiglie.
www.comune.udine.it

^Torna all’inizio ^

Mappa italiana delle Smart City