Gestire la complessità, secondo Stefano Converso

Aziende, studenti, professori e cittadini: sono tanti e diversi gli attori coinvolti nel progetto RhOME. Stefano Converso spiega come si è riusciti a conciliare modalità di lavoro ed esigenze così differenti

Daniele Bettini intervista – in cinque tappe – Stefano Converso, Università degli Studi Roma Tre.

È possibile progettare un complesso urbano, innovativo, ad alta efficienza energetica, ma alla portata di tutti?

La sfida da vincere: una casa prefabbricata, che sia progettata in modo così intelligente da risultare confortevole, anche nei climi caldi, senza che sia necessario azionare un qualsiasi tipo di condizionamento.

RhOME non è solo un esercizio teorico, lo dimostrano due tecnologie che, sperimentate nella casa romana, stanno per essere brevettate. La loro funzione, decisiva nel panorama edilizio italiano, sarà quella di sostenere la riqualificazione, in termini di efficienza energetica, delle abitazioni già esistenti.

Dopo il successo di Madrid 2012, dalla sua seconda partecipazione al Solar Decathlon Europe il team di RhOME si aspetta un grande risultato.

Torna alla pagina introduttiva di RhOME

In this article