Honda a Milano per l’esperimento EX-IT

Un sistema per la riduzione del consumo di carburante, attraverso una app

Per sei giorni – 7-12 maggio – tra Viale Fulvio Testi e la Tengenziale Est di Milano hanno circolato sette automobili diverse dalle altre. A bordo c’erano ingegneri della Honda, ricercatori e professori dell’università Milano Bicocca e persino un assessore – l’assessore alla mobilità Pierfrancesco Maran. Ma non erano i guidatori a rendere le auto speciali, bensì la tecnologia che veniva testata.

All’apparenza si tratta semplicemente di un porta-smartphone da cruscotto, in realtà è un sistema per la riduzione del consumo di carburante: una app su cellulare sincronizzata con una centralina presente nella vettura che, in relazione allo stato generale del traffico circostante, può dare due tipi di informazione: “la tua guida è corretta” (luce verde) oppure “rallenta” (luce blu). Questo consente di evitare i rallentamenti a tratti – e il conseguente consumo – ma in prospettiva permetterà anche di evitare la formazione dei rallentamenti stessi, promuovendo uno stile di guida complessivamente più razionale.

Lo staff preposto all’esperimento EX-IT è coordinato dai professori  Katsuhiro Nishinari (The University of Tokyo) e Stefania Bandini (Università di Milano-Bicocca), con il coordinamento tecnico di Hiroyuky Koike e Takamasa  Koshizen, ingegneri della Honda Automobile R&D Center (Tokyo).

Nel video in alto abbiamo  intervistato Giuseppe Vizzari, ricercatore, e Stefania Bandini, che guida il Complex Systems & Artificial Intelligence Research Center di Milano Bicocca. Ci ha spiegato il significato di questo esperimento e i progetti portati avanti da questa realtà di eccellenza della ricerca milanese.

Inoltre, abbiamo intervistato Katsuhiro Nishinari (The University of Tokyo), a cui abbiamo chiesto di illustrarci l’andamento dell’esperimento e la tecnologia coinvolta.

Contatti:

CSAI – Complex Systems and Artificial Intelligence Research Center
Stefania Bandini
bandini@csai.disco.unimib.it

In this article