Il punto sui bandi a un anno dalle prime call. E il nuovo Fast Track to Innovation, Work Programme n. 18 di Horizon 2020

Interviene:
Chiara Bianchini, APRE Veneto

Modera:
Attilia Cozzaglio, Giornalista di Triwù

Durante il seminario analizziamo i finanziamenti europei e i primi dati della partecipazione italiana a Horizon 2020. I bandi sono partiti: l’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE) ci descrive quali opportunità si sono aperte per imprese e amministrazioni pubbliche e quali sono i progetti finanziati.

Il Fast Track to Innovation, Work Programme n. 18 di Horizon 2020 è diventato operativo a gennaio 2015. Questa nuova azione pilota è caratterizzata da un approccio puramente bottom up,  con la possibilità, dunque, di presentare proposte in tutti gli ambiti tematici delle LEIT e delle Sfide Sociali di Horizon 2020.
Si tratta un’azione che promuove innovazioni “close to market”, con l’obbligo di arrivare sul mercato entro tre anni dall’inizio del progetto. Per questo motivo la partecipazione dell’industria all’interno dei partenariati sarà obbligatoria.

Le proposte devono essere presentate da un minimo di 3 a un massimo di 5 soggetti giuridici stabiliti in almeno tre Stati diversi, membri UE28 o associati ad Horizon 2020. Sarà obbligatorio il coinvolgimento del mondo industriale garantendo almeno una delle seguenti condizioni:

  • almeno il 60% del budget del progetto in capo ai partner industriali;
  • il numero minimo di soggetti appartenenti al mondo industriale deve essere 2 per consorzi di 3 o 4 partecipanti e 3 per consorzi di 5.

Sono invitati a prenderne parte anche attori che possono svolgere un ruolo chiave nel processo di commercializzazione, come ad esempio organizzazioni di cluster, gli utenti finali, le associazioni industriali, incubatori, investitori o il settore pubblico. E’ particolarmente apprezzato il coinvolgimento di PMI e First time industry applicant (entità legali private “for profit” che hanno ottenuto un PIC per la prima volta, ovvero che si sono registrate nel Beneficiary Register del Participant Portal per la presentazione della proposta FTI).
Il finanziamento comunitario, come in tutte le “Innovation Actions” di H2020, è del 70% dei costi ammissibili (100% per i no profit). Il contributo massimo per progetto è di € 3 milioni.
L’azione pilota sarà attuata attraverso un bando sempre aperto con più cut-off nel corso dell’anno, questo permette di poter presentare le proposte in qualsiasi momento.

Prossime scadenze: 29/04/2015; 01/09/2015; 01/12/2015.

****

Torna alla pagina principale con l’elenco di tutti gli eventi di Smau Padova 2015 seguiti in streaming da Triwù. 

Qui sono disponibili le slide dell’intervento!


CONTATTI

APRE: fast-track-to-innovation/

In this article