La borsa della ricerca forSUD

Uno spin off delle giornate bolognesi nate per costruire un network tra i ricercatori e R&D managers

Tommaso Aiello, intervistato da Daniele Bettini, descrive i focus del progetto Borsa della Ricerca 2014.

Dal 2 al 4 luglio la Borsa della ricerca si sposta a Salerno con l’obbiettivo di facilitare il trasferimento tecnologico dal mondo accademico verso le imprese.
Gianluca Sbardella, Università di Salerno, intervistato da Michele Manghi, presenta: Borsa forSUD

La «Borsa della Ricerca – forSUD» organizzata dall’Università degli Studi di Salerno, in collaborazione con la Camera di Commercio e dalla Fondazione Emblema si svolgerà nel campus di Fisciano (Salerno) e intende coinvolgere le imprese del territorio interessate a implementare la propria attività di ricerca e sviluppo attraverso l’inserimento lavorativo di dottori di ricerca e neolaureati, nonchè di start up interessate a presentare le loro attività alle imprese e a sviluppare sinergie con giovani imprenditori.
In attesa dell’evento estivo Triwu ha raccolto alcune tra le esperienze più interessanti presentate in occasione della Borsa della Ricerca di Bologna:

Il Prof.Chiofalo dell’Università di Messina descrive il progetto Be & Save sul recupero degli scarti alimentari:

E come ovvio in Emilia Romagna non poteva mancare un centro di ricerca impegnato nel settore agroalimentare. Andrea Antonelli direttore del Centro di Ricerca interdipartimentale Biogest Siteia ne descrive le attività:

Giuliano Deseneen descrive Quafety un progetto sulla sicurezza alimentare promosso, tra gli altri anche dal Distretto Agroalimentare Regionale (D.A.Re) Puglia:


CONTATTI

Be&Save;
Biogest Siteia
;
Borsa della ricerca
;
D.A.Re
;
Quafety
;
Vincenzo Chiofalo
, Università degli Studi di Messina;
Gianluca Sbardella
, Università degli Studi di Salerno;

In this article