La fabbrica del futuro è qui. È automatizzata e collaborativa

Alla fiera dell’automazione di Parma va in scena l’Industria 4.0. I protagonisti sono i robot collaborativi, la connettività, le nuove tecnologie e il digitale

I robot e le linee presentate alla Fiera dell’automazione di Parma rappresentano il futuro della fabbrica connessa che esiste già e riunisce in sé tutte le tecnologie proprie del 4.0.
Una linea modulabile in grado di realizzare prodotti iper targettizzabili, ma soprattutto in grado di essere riconfigurata a seconda del prodotto da realizzare e degli ordinativi da soddisfare. Velocità di riconversione che garantisce la produzione di lotti estremamente ridotti ai costi unitari delle grandi produzioni novecentesche.

Ci sono poi robot collaborativi pronti a interagire con altre macchine o con umani aumentando precisione, velocità e sicurezza. Non bisogna sottovalutare prototipazione rapida e virtualizzazione che permettono di anticipare le caratteristiche dei prodotti o la configurazione delle macchine evitando, nei limiti del possibile, di commettere errori troppo marchiani.

Non mancano poi sensori sparsi un po’ ovunque a seconda delle necessità, punti di monitoraggio in grado di stabilire con enorme precisione i consumi e lo stato dei macchinari, in modo da lavorare in termini di manutenzione preventiva e di ottimizzazione energetica.

Questi però sono solo alcuni delle tecnologie che si potevano incontrare passeggiando per la fiera di Parma durante Sps.

Per chi se la fosse persa la prossima edizione si terrà sempre a Parma tra il 22 e il 24 maggio.

Vai alla nona puntata di Café Triwù


CONTATTI

Sps Parma

In this article