Il 16 marzo 2013 Triwù alla Mostra di Edilizia Civile e Industriale, presso LarioFiere

 

La fiera M.E.C.I. rappresenta un appuntamento ormai abituale (giunto alla trentesima edizione) per tutti gli operatori del mondo dell’edilizia civile e industriale: si tiene a LarioFiere, presso Erba (Viale Resegone), nei giorni 15-17 marzo (qui le informazioni sulla Fiera). Oltre ad essere una esposizione, MECI è anche un luogo privilegiato per convegni, incontri e dibattiti, organizzati da aziende e istituzioni sui temi che toccano più da vicino il settore.

A MECI, Triwù ha organizzato, in collaborazione con LarioFiere, una giornata di incontri sulle tecnologie più avanzate per l’edilizia, le attività edili e gli operatori del settore.

Ecco il programma della giornata con i link per gli approfondimenti

Non solo efficienza ma anche salubrità (Meraviglia)
Nel processo di realizzazioni di edifici sempre più ermetici e che limitano al massimo il ricambio d’aria per spifferi e/o azioni non controllate e ricercate, ogni materiale costruttivo e la relativa messa in opera, viene attentamente scelto al fine di evitare il rilascio di sostanze dannose all’interno delle abitazioni. L’aspetto dell’indoor air quality rappresenta oggi un elemento di verifica imprescindibile per un edificio di qualità.

Storia di Tina (TINA)
Quando entra in un edificio, Tina – le hanno dato questo nome simpatico, anche alla società – non chiede di rifare gli impianti interni di riscaldamento: è una pompa di calore ad alta temperatura
(80°C) in grado di sostituire caldaie poco efficienti. Grazie a Tina, gli edifici cittadini esistenti (condomini, ospedali, caserme, scuole, uffici) possono accedere alle energie rinnovabili senza dover ricorrere a pesanti ristrutturazioni.

La carta d’identità della casa (PLAKIN)
Una targa da applicare sugli edifici, con impresso un QR Code che rimanda a un database di informazioni utili. Planimetrie e dati per la sicurezza, ma anche informazioni storiche o commerciali sono quindi sempre a portata di mano. Uno strumento semplice e molto efficace per tutte le attività di manutenzione che gli enti pubblici devono svolgere e per esigenze di pronto intervento.

Sottilissimo e modulare (WINVENT)
Un pannello radiante per il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti, da installare sotto al pavimento. Il basso spessore – solo 11mm – unito alle specificità costruttive consente temperature di esercizio inferiori e bassa invasività, che rende la prospettiva di una riqualificazione dei vecchi impianti più economica e sostenibile, per il semplice fatto che le sue dimensioni consentono l’installazione nei pavimenti dell’edificato esistente (anni ’50, ’60 e ’70)

Quanto consuma? Quanto mi rende? (Goldmann & Partners)
Introdurre efficienza negli edifici, industriali o residenziali che siano, è una operazione tanto necessaria quanto complessa. Ma è assolutamente praticabile; basta lavorare con metodo e approfondendo i problemi. L’analisi della situazione esistente, nel caso di edifici già costruiti, e lo studio dei progetti nuovi, possono essere condotti in modo da avere un quadro molto attendibile dei costi e dei ricavi.

Fotovoltaico non convenzionale (MIB Solar, Università Milano Bicocca)
La nuova generazione del fotovoltaico. Pellicole organiche e ibride per dispositivi fotovoltaici flessibili, leggeri, integrabili negli edifici e dai costi di fabbricazione contenuti. L’attività di ricerca e sviluppo del centro MIB-SOLAR copre l’intera filiera, dalla progettazione computazionale del materiale alla preparazione e caratterizzazione del dispositivo con caratteristiche a livello pre-competitivo, attraverso una stretta e continua interazione tra realtà accademica e industriale.

L’ecomattone (Equilibrium)
Un composto biologico a base di canapa e calce, rigido e leggero, che garantisce isolamento termico e al tempo stesso ventilazione. La coltivazione della canapa contribuisce ad assorbire più CO2 di quanta ne venga spesa per la produzione del materiale. I mattoni “verdi” di Equilibrium servono sia per la costruzione di nuovi stabili che per le ristrutturazioni.

Domotica: quando l’efficienza energetica incontra il comfort e la sicurezza (Schneider)
Costruire rispettando i nuovi canoni abitativi, in termini di efficienza energetica, comfort e sicurezza, richiede fin dalla progettazione un importante lavoro di integrazione tra l’edificio e gli impianti; l’utilizzo della domotica consente il raggiungimento di tali obiettivi e degli standard qualitativi desiderati.

Finestre intelligenti e concentratori luminescenti (Università Milano Bicocca)
Concentratori solari
. La qualità dei pannelli solari dipende dalle proprietà intrinseche del materiale, ma l’angolo di incidenza e l’intensità del raggi solari influiscono fortemente sull’efficienza di conversione. I concentratori solari, Luminescent Solar Concentrators (LSCs), possono assicurare buone prestazioni in condizioni di luce diffusa naturale aumentando l’efficienza e diminuendo contemporaneamente i costi di realizzazione. Un dispositivo LSC consiste in una lastra di materiale ottico trasparente (plastica o vetro) a cui è stato aggiunta una molecola luminescente. La lastra ha la capacità di trasportare e concentrare la radiazione luminosa incidente sulla superficie emettendola dai lati dove sono installate le celle solari; inoltre la molecola luminescente può essere opportunamente progettata in modo tale da convertire la porzione di luce solare solitamente inutilizzata, raggi ultravioletti, in radiazione utile al fine della produzione di energia. Finestre intelligenti. Le finestre intelligenti elettrocromiche permettono di modulare l’intensità della radiazione solare incidente. Si ottiene così un risparmio energetico andando a ottimizzare l’illuminazione artificiale e affiancando i sistemi di climatizzazione degli edifici. La modulazione dell’intensità luminosa così come la variazione del colore della luce è un ottimo elemento per la personalizzazione e il design di ambienti interni sia lavorativi sia abitativi. L’uso di materiali polimerici organici permette di perseguire sistemi di produzione in continuo e metodi di assemblaggio in linea con il conseguente abbassamento dei costi di realizzazione.

Dalle ore 14.00 alle ore 17.30

Pompa di calore elio termica, un sistema per rendere molto più efficienti i pannelli solari (Monmarin)
Si tratta di un innovativo sistema di riscaldamento e raffrescamento e produzione acqua calda sanitaria con pompa di calore, funzionante a qualsiasi temperatura d’aria esterna, collegata alla pannellatura fotovoltaica ad espansione diretta. Il nostro obiettivo è utilizzare la sovra-produzione elettrica dei pannelli Fv per il consumo della macchina, lasciando a disposizione della casa il resto della produzione dei pannelli. L’idea di costruire case, negozi, laboratori completamente ecologici e che producano più energia elettrica di quanta ne consumano è il presupposto di base, il “mattone” per costruire nuove città a misura d’uomo. Questa soluzione è la base per progettare smart city sostenibili.

Cemento a kilometro 0 (Personal Factory)
Il mercato mondiale delle malte oggi è di 100 milioni di tonnellate. Il 98% di questa produzione è trasportato via autotreno con un percorrenza media tra i 600 ed i 1500 km. Se analizziamo la composizione di una malta questa però è composta da sabbia e cemento che esistono su tutti i mercati mondiali in luoghi vicini ai cantieri. Grazie alla potenza della piattaforma di Cloud manufactoring della Personal Factory ed all’utilizzo di Origami5 si riduce del 95% il trasporto di materiale sulle lunghe distanze in quanto viaggia soltanto il compound chimico. Compound chimico che serve per dare le caratteristiche tecniche alla malta (sia questa polvere, adesivo etc.).

La casa mediterranea di domani (Med in Italya)

Progettare oggi, in clima temperato, case che siano confortevoli, abbiano ragionevoli costi di costruzione e consumino pochissimo, non è più impossibile. La strada da percorrere passa per 5 caratteristiche, di seguito esplicitate, irrinunciabili per la casa mediterranea di domani, su cui il team Med in Italy (Architettura ed Economia dell’Università di Roma Tre, Disegno Industriale della Sapienza, Libera Università di Bolzano e Fraunhofer) conduce un’attenta sperimentazione che l’ha portato a qualificarsi al Solar Decathlon Europe 2012. In un clima che alterna inverni miti e estati calde, le case che funzionano meglio sono le case pesanti, in pietra o in laterizio, nelle quali la massa muraria funziona da ammortizzatore termico per garantire il comfort invernale e per assorbire i carichi termici estivi.

Tutto nel tetto (VASS TECH)
Moduli pre-assemblati per un tetto coibentato e ventilato, impermeabile e traspirante. Realizzati con materiali riciclabili e certificati, i moduli integrano tutto ciò che può stare sopra e sotto un tetto: pannelli fotovoltaici e termici, antenne, wi-fi, illuminazione.

Trasformare gli spazi (Apparati Effimeri)
Apparati Effimeri trasforma gli spazi architettonici mediante videoproiezioni in 3D. Le facciate degli edifici sono al tempo stesso sfondo per le immagini e soggetto protagonista. Luci, colori, suoni e immagini in movimento modificano la percezione degli spazi in modo temporaneo. Apparati Effimeri si rivolge alle istituzioni interessate alla valorizzazione degli spazi e alla comunicazione della cultura, ma anche alle aziende che vogliono fare pubblicità.

Dalla foto al mosaico (Mosaic Project)
Un software per progettare e creare mosaici, una soluzione completa che affianca e supporta tutte le fasi della realizzazione di un mosaico, sia nel settore industriale che in quello artigianale. Mosaic project consente di passare facilmente dall’immagine che si vuole trasformare in mosaico alla creazione dell’opera, contribuendo a velocizzare l’intero processo, fino all’installazione finale delle tessere. La produzione risulta così più razionale ed economica.

La protezione spray (Siltea)
SIOX5 è un film protettivo per superfici silicatiche come vetrate, piastrelle, ceramiche invetriate, smalti e mosaici in pasta vitrea, lenti ottiche. Trasparente, di spessore nanometrico, il prodotto non altera le caratteristiche estetiche dell’oggetto che protegge, ma ne garantisce l’isolamento dagli agenti di degrado e funge da consolidante per le microfratture, rallentando eventuali fenomeni già in atto. L’applicazione è semplice – con metodo spray – e avviene a temperatura ambiente, rendendo il prodotto particolarmente indicato per le superfici di interesse storico e artistico, che patiscono i trattamenti termici.

Occhio alle crepe (HENESIS)
Sensori per le case che rilevano e analizzano diversi dati ambientali.
Su tutti, il comportamento delle crepe di un edificio. Piccole scatole dotate di estensimetri e accelerometri, poste in corrispondenza delle crepe e collegate in wireless a un server che organizza ed elabora i
dati: ogni utente può controllare lo stato del proprio edificio, mentre le amministrazioni possono tenere traccia dei danni alle strutture in tempo reale, anche su aree molto ampie. Fondamentale per attività di promozione.

La casa come nodo di una rete, in cui sicurezza, inclusione, ecosistenibilita’ e salute sono i nuovi criteri di  progettazione. Ultima moda o concrete opportunità di mercato? (Univerlecco)
Tecnologie per ambienti di vita, Smart communities, Energia sono tre dei nove cluster tecnologici nazionali proposti dal Miur come driver di innovazione e crescita competitiva del tessuto economico nazionale. L’intervento vuole portare spunti per contestualizzare e discutere con gli operatori di settore cosa significa in concreto nell’edilizia, in termini di progetto, di realizzazione e di proposta verso la clientela.

In this article