Ora che la robotica, soprattutto industriale, è un dato di fatto, il vero salto di qualità si costruisce sui sensori. Intervista a Marco Catizone di SICK

Mettete dei sensori nei vostri robot. Perché. senza di essi, avrete una tecnologia al 50% delle sue potenzialità.

Lo sa bene SICK, multinazionale tedesca nel campo della robotica, che lavora sulla sensoristica per implementare il funzionamento dei robot “da lavoro” (quelli che abitano le fabbriche 4.0, collaborando con i lavoratori in carne e ossa).  Mettete dei sensori nei vostri robot

Applicabili a macchine di ogni forma e dimensione, infatti, questi sensori – ottici, magnetici, di sicurezza e così via – rendono i movimenti dei robot molto più flessibili e , cosa ancora più importante, customizzabili.

Vedere per credere.
Nell’intervista qui sopra, realizzata a SPS Parma 2018, Marco Catizone di SICK ci spiega (e ci mostra) il funzionamento di questi robot “sensorizzati”.

Qui invece tutte le interviste realizzate a SPS Parma 2018

Buona visione!


CONTATTI

SICK

SPS Italia

 

In this article