A Milano sbarca la prima flotta di bike sharing libero

1OCrqhS7K14rJvnhsF_wAiA

Dal 30 agosto è operativa la prima flotta di bike sharing in modalità “free floating”

A cura di Alessandro Isidoro Re

Niente più stazioni piene o fuori uso di BikeMI. Dal 30 agosto Milano passa ufficialmente alla modalità “free floating” del bike sharing: ossia, libero scambio di biciclette senza bisogno di parcheggio in aree prestabilite.

Si chiamano Mobike e Ofo e sono le due aziende cinesi che hanno vinto il bando del comune di Milano lanciato a giugno, con in palio tre lotti da 4.000 mezzi (biciclette) ciascuno da inserire nel tessuto del capoluogo lombardo. Mobike si è aggiudicata due lotti (per un totale di 8.000 biciblette), mentre Ofo andrà a completare la flotta con altre 4.000 bikes. Per un totale di 12.000 biciclette a “flusso libero” entro la fine dell’anno.

Le biciclette in questione possono essere geolocalizzate attraverso le apposite app grazie al gps installato su di esse. Per “sbloccare” il lucchetto, poi, basterà la scansione del QR code presente sulla bici. Una volta terminato il tragitto, si potrà lasciare il mezzo ai bordi delle strade, senza però – come precisa in una nota il comune di Milano – intralciare la circolazione di veicoli e pedoni. Naturalmente, anche le già presenti rastrelliere saranno utilizzabili; e il comune annuncia mille nuovi “parcheggi” (presenti per ora al Castello Sforzesco e in piazza Cadorna) per questa innovativa flotta di biciclette “libere”.


CONTATTI

Mobike
SITO
Email: support.it@mobike.it

Ofo
FACEBOOK
Email: support_sg@ofo.com
T
el. 800 852 3358

Comune di Milano
SITO

 

In this article