Il Mobility Innovation Tour va a Torino

Schermata 2018-05-17 alle 16.25.34

Il 25 maggio il Mobility Innovation Tour, dopo la tappa di Milano, va all’Environment Park di Torino. Focus della giornata il piano della mobilità cittadina e regionale e la mobilità elettrica

JoJob e Fondazione Sistema Toscana – Muoversi in Toscana sono le due realtà che Triwù porta al Mobility Innovation Tour di Torino del 25 maggio.

JoJob è una realtà ormai consolidata che si occupa di carpooling aziendale, mentre Muoversi in Toscana è un ecosistema digitale per la mobilità.

Due realtà che dimostrano come le tecnologie possano integrare gli strumenti e i servizi più tradizionali. JoJob agisce sostanzialmente sulla città metropolitana ed è particolarmente funzionale nelle zone “a fallimento di mercato” dove prendendo accordi con le aziende riesce a ottimizzare gli spostamenti dei lavoratori. Un simile lavoro di integrazione lo svolge Muoversi in Toscana che svolge diversi servizi per la comunità dei pendolari: mette a sistema le informazioni derivanti dai diversi player pubblici e privati legati alla mobilità fornendo informazioni utili.

La parte sull’innovazione, come si vede nel PROGRAMMA è a chiusura della giornata, nelle prime tre parti si terranno interventi di istituzioni (Comune e Regione), player di settore (grandi costruttori e responsabili delle aziende del trasporto pubblico locale).

LA FILOSOFIA DEL TOUR E LA PROSSIMA TAPPA

******************

                                                                  LA PRIMA TAPPA A MILANO

Blockchain, cybersecurity e nuovi modelli organizzativi per l’innovazione. Tre temi, per tre startup: Block srl, Yoroi e Gellify.

Tre startup innovative che hanno presentato le loro proposte per il trasporto pubblico locale nel corso della prima tappa del Mobility Innovation Tour tenutasi durante la digital week a Milano.

Le tre proposte

La sicurezza informatica è alla base di qualsiasi smart city e di qualsiasi sistema complesso, in questo senso Yoroi focalizza il suo intervento non solamente sulle tecnologie utilizzate, ma sul coinvolgimento e la formazione delle persone.

Block srl lavora invece sulla blockchain, l’idea dal punto di vista del trasporto pubblico locale è quella di creare un biglietto unico, personale che ci accompagni su tutti i mezzi che utilizziamo, siano questi autobus, metropolitane, car o bike sharing e quant’altro. Una sorta di biglietto universale unico, non hackerabile e pagato a consumo. Oggi, ovviamente è ancora fantascienza, ma c’è chi ci sta lavorando.

Gellify invece si impegna nell’aiutare PMI e grandi imprese ad adottare soluzioni innovative, lo fa incubando e utilizzando startup che erogano servizi, costruendo startup ad hoc per grandi imprese e diffondendo l’uso dell’Open Innovation. Un tassello importante anche per il settore del trasporto pubblico locale destinato a essere rivoluzionato nei prossimi anni.

Il Mobility Innovation Tour è un percorso di 5 tappe in cinque importanti città italiane. Un viaggio di sei mesi che coltiva l’ambizioso obiettivo di riuscire a raccontare i progetti e gli orizzonti delle aziende di trasporto pubblico, promuovendo un dialogo con l’industria e le realtà votate all’innovazione. Nato della collaborazione tra la rivista AUTOBUS, il Cifi e Ibe International è partito il 16 marzo da Milano e toccherà Torino, Firenze, Bologna e Roma.

La seconda tappa si terrà, quindi, proprio a Torino il 25 maggio, all’Environment Park dove Comune, Gtt e Regione Piemonte illustreranno le strategie della città per l’ambiente, i risultati ottenuti, quelli previsti e il gradimento della cittadinanza.

Dal punto di vista tecnologico il focus sarà impostato sulla mobilità elettrica e su una serie di progetti innovativi che sono stati sviluppati per favorirne l’adozione.

*****

La filosofia del Mobility Innovation Tour

L’idea su cui si basa il Mobility Innovation Tour è quella di descrivere le esperienze e le evoluzioni delle più importanti aziende del tpl e dei più importanti produttori di mezzi pubblici. Ogni tappa si focalizzerà su un argomento ben specifico, grazie al coinvolgimento di player diversi.

A Milano, nella data inaugurale del tour, si è parlato di transizione all’autobus elettrico e di digitalizzazione del tpl. Sono intervenuti, tra gli altri, Alberto Zorzan di Atm Milano (Direttore Centrale Esercizio e Manutenzione), la direttrice della divisione pubblica amministrazione di Microsoft Simonetta Moreschini, il director knowledge and membership services dell’Uitp Sylvain Haon.

Nelle successive date saranno sviscerate questioni come l’integrazione modale, il rinnovo delle flotte, le trazioni alternative, il futuro della manutenzione nell’era dell’Industria 4.0.

Lo scopo è quello di intercettare gli spunti di innovazione che provengono dalla filiera dei fornitori, da PMI o da startup innovative, ma anche da player di settori limitrofi da cui mutuare soluzioni.

I convegni del Mobility Innovation Tour si rivolgono a un pubblico specializzato: la partecipazione alle giornate di lavori garantiranno crediti formativi a ingegneri e giornalisti.


 

CONTATTI

Vadoetorno
Yoroi
Gellify
Block srl

In this article