Premio Smart Communities Smau Padova 2015

Finalisti e vincitori del Premio: il video della premiazione

Il video della premiazione del premio Smart Communities Smau Padova 2015.

I VINCITORI

AcegasApsAmga – Il sistema circolatorio di una smart city
La multiutility del Nord Est ha messo a punto un innovativo modello matematico di simulazione per la rete fognaria delle città a rischio alluvione. Il progetto è partito da un quartiere critico di Padova, il Montà-Brusegana, e sta per essere impiegato anche a Trieste. Il modello matematico permette la simulazione del funzionamento reale della rete, valutando situazioni di rischio e momenti di sovraccarico. Si è verificata la risposta idrodinamica del sistema in situazioni critiche e si sono sviluppate soluzioni progettuali ad hoc  per intervenire in maniera estremamente puntuale. L’azienda si prefigge l’obiettivo di integrare il sistema di telecontrollo con gli studi di modellazione della rete, in modo che il sistema reagisca in maniera autonoma, anticipando l’emergenza.

Comune di Padova e Università di Padova – Infrastruttura digitale e realtà aumentata per le bellezze di Padova
Il Comune di Padova ha creato un’ infrastruttura per la fruizione di materiale digitale proveniente da vari ambiti culturali (Musei, Biblioteche, Archivi) composto di 3 milioni di immagini. Il Comune ha deciso di dotarsi della piattaforma MuseoWeb realizzata dal Ministero dei Beni Culturali in modalità open source, che ha permesso una serie di applicazioni tecnologiche altamente sofisticate come quella realizzata dal Centro HIT (Human Inspired Technology Centre) dell’Università di Padova, che impiega sistemi avanzati di realtà aumentata per creare innovative esperienze turistiche per facilitare l’accesso ai beni culturali e artistici della città di Padova, contribuendo a dare visibilità anche alle attività commerciali e artigianali del territorio.

Comune di Silea – Valorizzazione  del bacino del Sile
Silea è coordinatrice di un progetto per la valorizzazione del territorio e dell’identità dei luoghi per il miglioramento della qualità della vita dei propri cittadini e dei turisti. Il progetto SileLab ha offerto la possibilità concreta di far ‘rivivere’ il territorio che si affaccia sul fiume Sile (navigabile), che finora era stato trascurato e non valorizzato dal punto di vista turistico. Il Comune ha fatto rete con gli altri amministratori che si affacciano sulle rive del fiume e, in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia, ha riprogettato tutto il territorio con la partecipazione dei cittadini. Si sono create, così, piste ciclabili, percorsi fluviali turistici, mappe interattive, QR code informativi e eventi culturali per la cittadinanza.

Comune di Udine – UdineGreenWays
Tutela e valorizzazione del paesaggio nei processi di trasformazione culturale come leva significativa per la competitività economica del territorio, questo l’obiettivo del progetto intercomunale UdineGreenWays. Si tratta di un portale con mappe di percorsi ciclopedonali e punti di interesse (arte, natura, eventi, ristori). È anche un’applicazione per smartphone attraverso cui avere accesso alle informazioni in mobilità e in tempo reale. Il contenuto del portale è frutto di un percorso partecipato che ha coinvolto cittadini, istituzioni, scuole, esercizi e associazioni per la promozione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

I FINALISTI

Regione Veneto – Arsenàl.IT, la sanità che cambia
Il Veneto è stato una delle prime regioni a attivare la sperimentazione della ricetta rossa digitale. Arsenàl.IT,  il centro di ricerca che cura la sanità digitale in Veneto, ha coordinato le operazioni di dematerializzazione, che permette un risparmio annuo per la spesa sanitaria di 3.000.000 euro. Adesso si sta lavorando al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, che è l’insieme dei dati e documenti digitali sanitari di un cittadino. Una vera rivoluzione in ambito sanitario, se pensiamo alle difficoltà di creare una ‘smart grid’  che elabori i processi sociosanitari e che sviluppi un linguaggio ‘universale’ per la condivisione di dati clinici e amministrativi tra tutti gli operatori. In questo contesto, il centro di ricerca sta lavorando anche sulla formazione dei cosiddetti ‘nativi digitali’. Attraverso il progetto @Two!Salute!, rivolto ai giovani, per co-creare innovazione ascoltando le opinioni e gli interessi dei futuri cittadini.

Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo museale della città di Venezia e dei comuni della Gronda lagunare
La Soprintendenza e il Polo Museale della città di Venezia hanno sviluppato un innovativo format didattico multimediale per avvicinare i giovani alle collezioni museali, integrandone la formazione in ambito musicale, storico, artistico e letterario. Le opere d’arte vengono fruite dai giovani grazie ad un’attività interattiva di sound design, finalizzata alla sonorizzazione e video animazione. Questi laboratori rappresentano un nuovo approccio alla fruizione dell’arte, basato sulla partecipazione, sull’immaginazione e sull’utilizzo delle capacità sensoriali e comunicative dei piccoli visitatori.

Cortina Turismo – Piste così non si sono mai viste!
Promuovere il turismo attraverso uno strumento universalmente conosciuto: Google Street View. Il progetto TOPVIEWSKI  porta, per la prima volta, la tecnologia HD di Google a 3.000 metri per offrire a tutto il mondo i panorami a 360° delle nostre Dolomiti (Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO). Le immagini e i virtual tours sono contenuti all’interno di un solo portale cortina.dolomiti.org che permette ai turisti di tutto il mondo di programmare nel dettaglio il proprio viaggio, consultando meteo, webcam, foto panoramiche, prenotazioni online, scuole scii e difficoltà delle piste. Tutte le informazioni sul consorzio che integra 12 differenti zone sciistiche e 1.200 km di piste, sono a portata di click.

Portogruaro: cittadini e amministrazione, una collaborazione possibile
Una buca in strada? L’illuminazione pubblica che non funziona? Un’area verde che necessita di manutenzione? A Portogruaro i problemi si risolvono con un click. Grazie al servizio Sip, Segnalazioni in Porto i cittadini dialogano attivamente con il Comune che può così intervenire in tempo reale sui problemi. Con questo sistema i tempi di intervento si sono ridotti, l’organizzazione del lavoro all’interno del comune è stata ottimizzata e i cittadini hanno a disposizione uno strumento semplice per entrare in contatto con il proprio comune.
Il video del servizio

Comune di Tezze sul Brenta – Anagrafe online 24h su 24h
Ghostsign: una ‘firma fantasma’ per snellire la burocrazia e semplificare la vita dei cittadini. Tezze sul Brenta è stato il primo comune veneto ad adottare questo servizio per garantire servizi efficienti e facilmente accessibili.
L’idea è semplice: consentire il rilascio di qualsiasi tipo di certificato anagrafico online 24h su 24h per svincolare i cittadini da orari e spostamenti per raggiungere gli uffici comunali. Si semplifica la vita dei cittadini, si snellisce la burocrazia e si ottimizza l’impiego delle risorse umane interne al comune.

Comune di Torreglia – Tecnologia partecipata
Aumentare il senso di appartenenza al territorio e il desiderio di partecipare attivamente alla vita pubblica attraverso le nuove tecnologie. E’ stato l’obiettivo  dell’amministrazione di Torreglia, in provincia di Padova, con azioni semplici ma efficaci: potenziamento della pagina Facebook come strumento d’informazione su eventi e vita associativa del territorio; utilizzo di un’utenza WhatsApp per un canale diretto con i cittadini; apertura di un centro di acculturazione informatica  e organizzazione di corsi destinati agli anziani per superare il digital divide.

Comune di Trento – Smart City in continua evoluzione
Trento è da anni ai primi posti delle classifiche nazionali e internazionali come Smart City e come città con una buona qualità della vita. E’ un modello di governance replicabile, a cui possono guardare comuni di ogni dimensione. Punto di forza è il coinvolgimento dei centri di ricerca, delle aziende, delle start up e dei cittadini nei processi di innovazione e di progettazione del territorio, sfruttando finanziamenti nazionali ed europei.

Comune di Trieste – Strumenti di allerta digitale
Come comportarsi in caso di emergenza? Il Comune di Trieste ha deciso di utilizzare i social network e, in particolare, il profilo Twitter come strumento per diffondere informazioni preziose in maniera capillare e immediata, senza dimenticare però di garantire attendibilità e precisione.
Due hashtag specifici #AllertaTS e #AllertameteoTS, un profilo e una community di cittadini che diventano antenne sul territorio. In questo modo informazioni preziose si diffondono in maniera virale e immediata tra i cittadini e gli operatori della Protezione Civile.

Comune di Venezia – Atlante della laguna
L’Osservatorio della Laguna e del territorio del Comune di Venezia ha realizzato un sistema web-gis che offre la possibilità di consultare in modo dinamico oltre 50 mappe digitali e 380 livelli informativi. Una media di circa 2200 utenti ogni mese si collegano, 13 partner istituzionali che collaborano attivamente alla raccolta dei dati e allo sviluppo del progetto: questi i numeri che caratterizzano il progetto ‘Atlante della Laguna’ e che raccontano un percorso in continua crescita ed evoluzione. L’Atlante è un geo-portale che rende accessibili -a tecnici e non- i dati ambientali di questo territorio fragile, ma straordinario.

Torna alla pagina principale con l’elenco di tutti gli eventi di Smau Padova 2015 seguiti in streaming da Triwù.

Qui sono disponibili le slide proiettate durante la premiazione!


CONTATTI

Il sito web di Smau Padova 2015

In this article