Farmaci e mercato finanziario: la soluzione di Roger Stein

Costruire dei fondi di investimento per finanziare i processi industriali del farmaco, con vantaggi per gli investitori: Stein spiega come nel video

La messa a punto di un farmaco è l’attività industriale fra le più complesse. Perché di procedure aziendali si tratta. Un centro di ricerca può individuare un possibile e valido principio attivo ma da qui a fare arrivare un farmaco in farmacia il viaggio è lungo. Lungo e molto costoso. A volte si sviluppano critiche nei confronti delle case farmaceutiche, dei motivi, sempre a volte, ci possono essere, ma non deve sfuggire a nessuno che un farmaco richiede 10/15 anni di lavoro e un investimento di capitali che può raggiungere le centinaia di milioni. Non vi sono altre strade.

Questa difficoltà economica ha riflessi significativi sulla disponibilità di terapie efficaci e quindi risolutive di molte patologie.
Prendiamo il caso del cancro. Il dato che abbiamo è che molte linee di ricerca non si riesce a tradurle in progetti di farmaci perché i costi sono troppo elevati. Molto si fa, molto si perde.

Roger Stein, economista americano, operativo al MIT di Boston, ha studiato una soluzione che attiva il mercato finanziario. In breve: costruire dei fondi di investimento che rendano possibile il recupero di capitali, il finanziamento dei processi industriali per la messa a punto di farmaci, il tutto con vantaggi per gli investitori. Sembra uno scenario miracoloso, ma non lo è.

L’Università di Brescia ha organizzato un appuntamento nel quale Roger Stein, conversando con Federico Pedrocchi, ha spiegato il suo progetto. Guarda di seguito il video completo!

In this article