La potenza delle immagini del film/documentario di Valerio Jalongo ci fa riflettere sui fini comuni di Arte e Scienza, legate insieme dal filo invisibile della bellezza

Siamo stati al cinema Ariosto di Milano per assistere alla proiezione del documentario del regista Valerio Jalongo, per scoprire il legame invisibile che unisce arte e scienza.

Il senso della bellezza - Arte e Scienza al CERN

Un tema che, a un primo sguardo veloce, potrebbe sembrare azzardato o addirittura astratto. Questo connubio è invece più stretto e diffuso di quel che appare.
Lo spiegano bene i  ricercatori del CERN di Ginevra e gli artisti intervistati da Jalongo, quando mostrano, per esempio, che arte e scienza sono entrambe esperienze rivelatrici, in costante ricerca del senso della Natura. Dobbiamo tutti farci “ministri del Dubbio“, e rendere il dubbio la nostra unità di misura. Insomma, come si evince dall’intervista, la bellezza è elementare – ma difficile da scoprire.

Per capire meglio il “senso” del film, abbiamo parlato con Marta Calvi – Professoressa di Fisica sperimentale all’Università degli Studi Milano-Bicocca e ricercatrice dell’INFN.


CONTATTI

CERN
SITO

UNIVERSITA’ BICOCCA
SITO

INFN
SITO

 

In this article