Il Centro interdipartimentale dell’Università di Modena, tra ingegneria e economia, per l’innovazione ICT

 

Simone Calderara, intervistato da Federico Pedrocchi a SMAU Bologna, racconta le attività di Softech ICT , un Centro Interdipartimentale di Ricerca in ICT per le Imprese promosso dal Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” e  dal Dipartimento di Economia “Marco Biagi” dell’Università di Modena.
Qualche applicazione: attraverso un sistema di visione artificiale, si può ottenere in  un punto vendita una  profilazione commerciale del cliente,  attraverso il riconoscimento del gruppo di appartenenza. Le persone sono seguite nei loro percorsi, e il sistema si addestra nel riconoscere una tipologia di gruppo, ma anche a far evolvere il concetto stesso di gruppo. L’applicazione è poi utilizzata – a livello commerciale – per personalizzare promozione e offerte.
In altro campo, quello culturale, Softech ICT ha sviluppato una applicazione per la digitalizzazione di manoscritti miniati, non altrimenti consultabili. Con questa applicazione i lettori possono muoversi nel manoscritto e fare ricerche utilizzando modalità touch screen.
In collaborazione con Florim, uno dei più grandi produttori di superfici ceramiche al mondo, Softech ICT sta sviluppando un progetto multidisciplinare, per produrre un pavimento intelligente. La base di partenza è un pavimento già evoluto,  dove le piastrelle sono “incollate” alla base con il velcro.  I  sensori posizionati in una guaina  sotto ogni piastrella inviano dati e informazioni di ogni tipo, che riguardano le persone che stanno camminando sul pavimento. Molti gli utilizzi possibili, nelle case e nei musei,  per la sicurezza o per l’intrattenimento.

Rita Cucchiara, direttore di Softech ICT , nel 2013 aveva partecipato a un workshop dell’Arena Smart City, dedicato all’innovazione in ambito culturale e museale.
Per vedere il video dell’intervento>>>


CONTATTI

Softech – ICT

Mail Direzione Softech ICT

In this article