Spider@Lecco, ecosistema riabilitativo – prima parte

Inquadramento generale del progetto Spider@Lecco. Ne parliamo con Elena Villa, dell’Istituto per l’energetica e le interfasi (Ieni) del Cnr di Lecco

Un territorio con diverse realtà che da anni si occupano del tema della neuroriabilitazione; il desiderio di queste realtà di mettere a frutto insieme le competenze più differenti, dalla clinica all’innovazione tecnologica; un importante finanziamento, che vede anche il coinvolgimento di Fondazione Cariplo e della Regione Lombardia.

Sono gli ingredienti del progetto Spider@Lecco, nato nel 2010 con l’obiettivo specifico di costruire intorno al paziente un vero e proprio “ecosistema riabilitativo”. Perché la vita del paziente non è fatta solo di medici e centri di cura, ma anche di amici, parenti, associazioni di sostegno e così via.

Tra le linee di lavoro di punta del progetto, supervisionato e coordinato da UniverLecco, ci sono per esempio lo sviluppo di nuove tecnologie per percorsi di diagnosi e cura, il trasferimento di queste tecnologie dall’ambito clinico a quello domiciliare, la messa a punto di strategie immediatamente fruibili, come nel caso di uno studio pilota sull’utilizzo della pedana wii per esercizi di riabilitazione. A illustrare il progetto è Elena Villa, che ne è responsabile per lo Ieni Cnr di Lecco.

Vai alla seconda parte dell’intervista


CONTATTI

CNR IENI

In this article