Trash2Cash il progetto europeo che trasforma i rifiuti in nuove materie prime

Da un finanziamento europeo e un pool di centri di ricerca, aziende e università europee nasce Trash2Cash. L’obiettivo è quello di identificare i processi produttivi attraverso i quali si andranno a trasformare rifiuti in nuove fibre

Come si arriva a creare nuovi prodotti e nuove idee? Una risposta cerca di darla Trash2Cash il progetto di ricerca, finanziato dall’Unione Europea che punta alla formalizzazione del processo che porta alla scoperta di nuove fibre.

L’idea è quella di identificare il processo creativo (in modo tale che sia replicabile) che porta alla progettazione di nuove fibre, non qualsiasi, ma dotate di quelle precise caratteristiche identificate da un mix di esperti multidisciplinari.

Infatti, a seconda delle loro competenze, ricercatori, progettisti, scienziati dei materiali, ingegneri, fashion designer, referenti di aziende manifatturiere, collaboreranno per identificare le qualità che le fibre da produrre dovranno avere per dare vita a prodotti pronti ad andare sul mercato.

Il punto di partenza inderogabile è che le materie prime che si andranno a produrre derivino da rifiuti, siano essi ottenuti nel corso del processo produttivo o dal fine uso.

Nel complesso un progetto piuttosto complicato spiegato da Christian Tubito di Material ConneXion, il network internazionale di consulenza sui materiali e processi produttivi innovativi e sostenibili.

Il servizio è stato presentato in #05 Cafè Triwù
Guarda la puntata 05 e tutte le altre puntate di Cafè Triwù.


CONTATTI

Material ConneXion
Trash2Cash

 

 

In this article