Al via il nuovo programma spaziale europeo, firmato l’accordo tra UE ed ESA

spazio_500

Firmato l’accordo tra ESA e UE che apre a una nuova era per le attività spaziali in Europa

Al via il nuovo programma spaziale europeo. Dopo mesi di trattative, l’ESA e l’UE hanno firmato un accordo quadro di partenariato finanziario (FFPA) che segna un passo in avanti importante per le attività spaziali in Europa.

L’accordo rappresenta un investimento dell’UE di quasi 9 miliardi di euro nel periodo 2021-2027 per l’ESA e l’industria europea al fine di progettare sistemi e programmi di nuova generazione, cruciali per l’economia e per un’Europa verde e digitale.

Gli obiettivi

Il nuovo programma garantirà la continuità e rafforzerà i programmi già in atto come GalileoCopernicus ed EGNOS, progettati dall’ESA, che hanno posizionato l’Europa in un ruolo di primo piano globale nei settori dell’osservazione e della navigazione della Terra. Sosterrà inoltre nuove iniziative soprattutto nel campo della connettività sicura, della ricerca e sviluppo e della commercializzazione spaziale, dove l’ESA svolgerà un ruolo chiave, offrendo anche nuove opportunità di finanziamento per l’imprenditorialità.

I programmi già avviati

Negli ultimi due decenni, l’ESA ha sviluppato con successo Copernicus e i sistemi di navigazione satellitare Galileo ed EGNOS.

  • Copernicus è il più grande fornitore di dati di osservazione della Terra gratuiti e aperti al mondo. L’FFPA consentirà a questo programma di punta di essere portato al livello successivo, rafforzando il ruolo dell’ESA come architetto dell’osservazione della Terra europea. Permetterà di sviluppare e costruire le missioni di espansione Sentinel e le missioni di prossima generazione Sentinel, al fine di rispondere a nuovi utenti emergenti e urgenti esigenze e per garantire una maggiore continuità dei dati attuali. Tali missioni monitoreranno vari aspetti del cambiamento climatico e sosterranno l’attuazione delle politiche chiave dell’UE, come il Green Deal. Ciò pone l’Europa al centro della scena spaziale internazionale, rafforzando il suo ruolo guida nella lotta ai cambiamenti climatici, nel monitoraggio della biodiversità e nel sostegno ai soccorsi in caso di catastrofe
  • Galileo è la costellazione civile globale di navigazione satellitare europea. Attualmente è il sistema di navigazione satellitare più preciso al mondo: offre una precisione su scala metrica a oltre due miliardi di utenti in tutto il mondo. L’FFPA porterà Galileo al livello successivo con lo sviluppo della seconda generazione, grazie all’utilizzo di tecnologie innovative per garantire una precisione, robustezza e flessibilità del sistema senza precedenti. Ciò rafforzerà l’economia europea con la prospettiva di nuovi dispositivi e servizi per offrire capacità di posizionamento, una vera rivoluzione per le auto a guida autonoma emergenti, i droni autonomi e l’IoT
  • EGNOS è il sistema di potenziamento basato su satellite (SBAS) più avanzato al mondo, che offre una precisione di posizione garantita senza precedenti, non solo al settore dell’aviazione, ma anche ad altri comparti dei trasporti e dell’agricoltura
Guardando al futuro

L’accordo FFPA include componenti aggiuntivi sotto la responsabilità dell’ESA, come la preparazione e la progettazione del futuro segmento spaziale GOVSATCOM e la convalida di un prototipo per il satellite Quantum Key Distribution a supporto della nuova ammiraglia dell’UE su connettività sicura, servizio di dimostrazione/convalida in orbita e attività di sicurezza spaziale per monitorare i rischi spaziali.

In this article