Un bando per progetti di ricerca sulla SLA

ricerca_SLA

Il bando, pubblicato da AriSLA, è aperto fino all’11 giugno 2020

Fino all’11 giugno è possibile candidarsi al nuovo Bando di Fondazione AriSLA per finanziare in Italia la ricerca scientifica sulla SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica, malattia che non ha ancora una terapia efficace e che riguarda circa 6000 persone nel nostro Paese.

Chi può partecipare al bando

Possono partecipare al Bando i ricercatori di Università italiane e di Istituti di ricerca pubblici e privati non profit.

Aree di finanziamento

Il Bando AriSLA 2020 prevede la possibilità di presentare “Pilot Grant” o “Full Grant”. I primi hanno l’obiettivo di sperimentare nuove idee e ipotesi da studiare nelle aree della ricerca di base, preclinica o clinica osservazionale e sono proposti da un singolo centro di ricerca. I “Full Grant” sono progetti che sviluppano ambiti di studio promettenti e fondati su un solido background nelle aree della ricerca preclinica o clinica osservazionale. Per questa categoria sono ammessi anche progetti multicentrici.

Durata e budget dei progetti

Il Bando 2020 prevede per i “Pilot grant” una durata massima di 12 mesi e un finanziamento fino a un massimo di 60.000 euro, mentre per i “Full grant”, con una durata massima di 36 mesi, si potranno ottenere fondi fino a un massimo di 240.000 euro.

Modalità di partecipazione

Le proposte potranno essere presentate fino al prossimo 11 giugno 2020, attraverso la piattaforma online che trovate QUI.

Processo di valutazione

Anche per questa Call 2020 AriSLA affida il processo di selezione delle proposte a una commissione scientifica, composta da un panel di esperti internazionali che valuteranno i lavori in forma anonima e indipendente, in un processo che prevede più livelli di selezione, così da assicurare trasparenza, oggettività e valorizzazione del merito scientifico. La conclusione del processo di valutazione è prevista entro la fine del 2020.

 Il testo integrale del Bando di Concorso 2020 di AriSLA “2020 Call for Projects on ALS Research” è scaricabile sul sito

Per info: bandi@arisla.org

In this article