Triwù intervista nel 2013 Fabio Giavazzi, della start up ProXentia

Fabio Giavazzi presenta ProXentia, lo spin-off del gruppo di ricerca “Fluidi complessi e biofisica molecolare” all’Università degli Studi di Milano. L’idea è quella di utilizzare un qualsiasi smartphone, non modificato, come un piccolo centro di ricerca in grado di analizzare le componenti (e quindi, per esempio, gli eventuali agenti patogeni) di un qualsiasi cibo, liquido o solido.
Un test rapido ed economico indirizzato per ora alle imprese dell’agroalimentare, ma in prospettiva disponibile per tutti i consumatori.

L’intervista è stata fatta in occasione della BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Start-Up Initiative.
Dalla data dell’intervista di Triwù, nel 2013, la start up è cresciuta: nel 2016 è stata inserita nel programma Sme Instrument di Horizon 2020 (assegno da 1,5 milioni) e ha vinto il premio Gaetano Marzotto.


CONTATTI

Proxentia
info@proxentia.com
www.proxentia.com

In this article