Eolo, un cespuglio elettronico che raccoglie energia sfruttando venti di bassa entità

L‘Istituto Italiano di Tecnologia ha ideato un cespuglio artificiale che è in grado di immagazzinare energia sfruttando i venti di bassa intensità. Con le sue foglie “smart”, il cespuglio può raccogliere energia in modo naturale grazie alle specifiche proprietà dei materiali utilizzati per questo progetto.

La quantità di energia raccolta non è tantissima, ma dato che il cespuglio rimane all’aperto e continua senza sosta l’opera di immagazzinamento, il risultato finale è importante.

Ce lo spiega nel video Irene Bernardeschi dell’IIT, Centro di Micro-BioRobotica di Pontedera, intervistata da Federico Pedrocchi. Buona visione!

Per conoscere altri progetti innovativi presentati nella giornata di Toscana Ricerche, CLICCA QUI!


CONTATTI

IIT

 

In this article