icodex

A iCODEX, primo hackathon di innovazione culturale, due giorni non-stop di conferenze e sviluppo, per developers, designer, informatici, creativi. Milano, 10 e 11 giugno 2016

Si svolge a Milano, promosso da Fondazione Cariplo, il primo hackathon dedicato all’innovazione culturale: una due giorni non-stop di conferenze e sviluppo, a cui possono partecipare developers, designer, informatici, creativi e chiunque abbia un’idea legata alla cultura.
Per i team vincitori due premi: uno per la migliore idea in ambito di innovazione culturale e uno per il progetto sviluppato meglio in cui verranno valutate la qualità del codice e la sua implementazione.
Tutti i team partecipanti avranno l’occasione di presentare la propria idea nel progetto iC-innovazioneCulturale (il cui bando chiuderà il 30 giugno) e da lì essere selezionati per un percorso di avviamento imprenditoriale che li può portare ad accedere sino a 100.000 euro per l’avviamento d’impresa.

L’hackathon si svolgerà il 10 e 11 giugno 2016 negli spazi di BASE, il nuovo progetto per la cultura e la creatività a Milano.
E’ la prima volta che in Italia si produce un hackathon sull’innovazione culturale, per di più sostenuto da una Fondazione. I risultati di questo hackathon saranno idee e progetti transmediali, interattivi e immersivi.
A ideare e progettare nuove idee sono chiamati giovani con competenze differenti, riuniti in team e che si trovano a lavorare a stretto contatto per una 24ore non stop. Ogni team è composto da 2-3 sviluppatori (1 back-end developer, 1 front-end developer, un grafico UI/UX), da un generatore di idee/creativo e da un mentor tecnico esperto di innovazione culturale, invitato da Bookrepublic, ideatore dell’hackathon.

La partecipazione è a numero chiuso, a titolo gratuito.
Le iscrizioni sono aperte fino a un massimo 120 partecipanti. Possono partecipare anche persone singole, perché iCodex aiuta chi si iscrive a trovare la propria squadra. A Base si troverà tutto ciò che serve per vivere (e sopravvivere) alla giornata e nottata creativa: magliette, tazze, fogli, penne, spazzolini, saponi… Ogni team sarà composto da 2-3 sviluppatori (1 back-end developer, 1 front-end developer, un grafico UI/UX), un creativo, un mentor tecnico esperto di innovazione culturale invitato da Bookrepublic, la società organizzatrice dell’hackathon.

Alla fine della 24 ore, ogni team avrà 3 minuti a disposizione per raccontare il proprio progetto davanti alle giurie (una per l’innovazione culturale, e l’altra per il codice e lo sviluppo). Il pitch, e la squadra vincente, saranno premiati per la migliore idea in ambito di innovazione culturale (3.000 euro) e per il progetto sviluppato nel miglior modo (3.000 euro).

Durante la manifestazione quattro key note speaker, Gillian Ferrabee (Cirque du Soleil), Brian Chang (Disney), Tobias Ahlin (Spotify – GitHub), Chiara Montanari (Politecnico di Milano – capo spedizione in Antartide), portano a BASE la propria esperienza di livello internazionale, all’interno di realtà fortemente creative e innovative, condividendola con il pubblico milanese.

Durante l’hackathon sono presenti circa 20 mentor tecnici (esperti di innovazione culturale) che interagiscono con i team durante la creazione e lo sviluppo delle idee, 4 facilitatori che si occupano di team building, pronti ad aiutare i team a lavorare in squadra; 5 business mentor che supervisionano la fattibilità dei progetti; 5 mentor tecnologici che supervisionano gli sviluppatori; 2 giurie composte da studiosi e personalità della cultura e dell’innovazione.


CONTATTI

Per registrarsi >>

Informazioni Fondazione Cariplo

In this article