Incontro con Ruggero Frezza, presidente di M31. Parliamo della nuova sede dell’incubatore, e dell’incontro tra tecnologia e storia

Gli startuppari dell’incubatore M31, da qualche tempo, non credono ai propri occhi. Quel che è accaduto è che l’incubatore, in precedenza ospitato in spazi di derivazione industriale, si è spostato nella splendida cornice di Villa Duodo, a Monselice (Padova). La magnifica villa cinquecentesca, progettata da Vincenzo Scamozzi, accoglierà dunque ora un incubatore tecnologico come M31, la cui caratteristica è quella di investire in imprese dal forte carico di proprietà intellettuale.

Ne abbiamo parlato con Ruggero Frezza, presidente di M31. Ci ha spiegato come, inaspettatamente, talvolta siano gli edifici storici a venire incontro al meglio alle esigenze delle nuove realtà imprenditoriali.

In this article