Una campagna di osservazioni con la collaborazione degli armatori

I trasporti marittimi e le balene possono convivere in pace?
E’ in corso un progetto internazionale di monitoraggio, innnovativo per i modi con cui è organizzato, focalizzato sulla mappatura della presenza di Cetacei, lungo le principali rotte del Mediterraneo Occidentale a bordo di traghetti di linea. 

La rete, a cui aderiscono enti e istituti italiani e francesi e con cui collaborano numerosi grandi armatori, oltre a osservare la distribuzione dei Cetacei, studia le relazioni tra traffico marittimo e grandi balene e cerca di individuare le aree con un’elevata presenza di animali protetti.
La rete si appoggia a traghetti di linea realizzando anche formazione di studenti universitari che seguono corsi in biologia marina.
A ogni viaggio i ricercatori esperti sono affiancati da studenti che vengono formati sul monitoraggio a mare, l’identificazione e biologia dei Cetacei, la navigazione marittima e la digitalizzazione dei dati.

Il progetto di mappatura avrà come risultato una relazione tesa a migliorare la conoscenza e la tutela dell’ambiente marino, proponendo, ad esempio, misure di mitigazione del rischio di collisione tra cetacei e grandi navi. 

Il video reportage sulla ricerca è stato realizzato da Mattheus Weißenbacher, giornalista residente a Barcellona, che si è imbarcato insieme a ricercatori e studenti per raccontare questa avventura.

In this article