Start Cup Campania 2012: premiati i vincitori

Tra biotecnologie e fumetti manga, ecco i 5 progetti vincitori

Giunge a termine la competizione per le start cup campane. Martedì 2 ottobre è avvenuta la premiazione, in presenza del sottosegretario del MIUR Marco Rossi Doria. La cerimonia si è svolta nell’Aula magna dell’università degli studi di Salerno. Della giuria della premiazione faceva parte anche Federico Pedrocchi, di Triwù.

Ecco dunque i vincitori:

  • Sviluppo di dosimetri nanostrutturati – primo posto per un progetto che mira alla realizzazione di strumenti di misurazione nanostrutturati per la radioterapia, in grado di garantire la stessa efficacia delle camere a ionizzazione standard ma con misure molto più contenute, costi inferiori e alta precisione.
  • Mangatar – Si tratta di un gioco di ruolo ambientato nel mondo del fumetto giapponese. Punti forti del gioco la perfetta integrazione social dei giocatori e la possibilità di creare un proprio avatar manga, che può essere utilizzato sul web anche al di fuori del gioco.
  • Newmatt – Il progetto di impresa Newmatt è basato sulla ricerca e lo sviluppo di nuovi materiali e di tecniche di monitoraggio per l’ingegneria sostenibile. La società è anche un esempio di imprenditorialità femminile.
  • In.Ki.Dia – Il gruppo di In.Ki.Dia intende sviluppare e commercializzare molecole ingegnerizzate a base peptidica (denominate SPEED), che possano trovare applicazione nei kit diagnostici, sostituendo gli enzimi attualmente in uso, in virtù delle proprie caratteristiche (dimensioni ridotte, attività catalitica superiore).
  • Immune Biotech – Questo gruppo intende offrire nuovi strumenti (reagenti specifici) per modulare l’attività delle cellule dendritiche plasmacitoidi, attività che è legata a molti processi infiammatori. I reagenti di Immune Biotech potranno permettere dunque una diagnosi molto precoce delle patologie collegate a questo tipo di cellule.
In this article