Un viaggio alla scoperta della cucina del futuro

Una tavola rotonda, sei esperti di diverse realtà di settore e cinque video per indagare come si sta evolvendo il nostro rapporto con l’ambiente cucina

A cura di Federico Pedrocchi e Sara Occhipinti

In che modo lo spazio cucina si sta evolvendo? Non più solo in ambito casalingo, ma anche negli ambienti di lavoro? In che modo il digitale, le nuove tecnologie, i Big Data, l’interconnessione tra diversi device e la sempre maggiore tendenza a condividere stanno cambiando il nostro modo di vivere il tempo passato ai fornelli?

Per rispondere a queste domande, noi di Triwù abbiamo riunito un team di esperti del Gruppo Faber-Franke (azienda leader nella progettazione e produzione di cappe da cucina) e di due software house: Ispirata e Bottega52. Li abbiamo interrogati e ne è emerso un quadro ben definito che ci racconta come sarà la cucina di un futuro neanche troppo lontano.

Di seguito vi presentiamo le tappe di questo viaggio: cinque video che affrontano tematiche diverse.

Sono intervenuti:

  • Andrea Coccia, Appliances Innovation Manager, Gruppo Faber-Franke
  • Dino Giubbilei, Direttore Marketing, Faber
  • Monica Milani, Innovation Design Manager, Gruppo Faber-Franke
  • Dario Freddi, Fondatore di Ispirata
  • Alessandro Donnino, Innovation Project Manager, Gruppo Faber-Franke
  • Riccardo Cattaneo, Business Developer, Bottega52

Ha moderato l’incontro Federico Pedrocchi, giornalista di Triwù.

1) La cucina negli spazi condivisi: coworking e cohousing, lo sharing ai fornelli
I luoghi di lavoro si evolvono e mutano, come anche la gestione del tempo e le interazioni con i colleghi, ma cambia anche il modo di vivere la casa, con l’aumento di spazi condivisi. In questo scenario varia la modalità di relazionarsi con la cucina.

2) La cucina che “connette”, pensa e assiste
La cucina diventa intelligente e segue quella che è la tendenza verso cui si muovono le città e le abitazioni: dalla smart city si passa alla smart home fino ad arrivare alla smart kitchen.

3) Cappa al centro!
La cappa diventa l’hub della cucina, un centro nevralgico che, oltre a garantire un migliore smaltimento delle sostanze inquinanti, dialoga con l’utente attraverso un monitor touch multifunzionale.

4) Un’organizzatissima mamma digitale: la cucina “impara”
Non più una persona a coordinare la “macchina” cucina, ma i device stessi che apprendono e si coordinano in autonomia.

5) La “voce” della cucina
Gli esperti investono nello studio e nel disegno del suono, cioè la forma di comunicazione degli elettrodomestici, per migliorare l’esperienza d’uso dell’utente, la user experience, in cucina.

Le riprese sono state realizzate da Francesco Coccia, Giuseppe Nucera e Sara Occhipinti.


CONTATTI

Gruppo Faber-Franke
Sito

Ispirata
Sito

Bottega52
Sito

In this article